«Sospendiamo la privacy»
Pandemia e guerra rendono la privacy un diritto rinunciabile?


e-privacy XXX @ Firenze | Rete

Call for Paper

Il Progetto Winston Smith e l'Hermes Center for Transparency and Digital Human Rights sono lieti di invitarti come relatore all'edizione primaverile alla trentesima edizione di e-privacy, che si terrà in modalità mista, presenza + videoconferenza il 16 e 17 giugno 2022 a Firenze.

Oltre a poterci stringere la mano, avremo l'occasione di festeggiare non solo la trentesima edizione del convegno, ma anche il suo ventennale; non è poco, è stata una lunga e proficua strada che la comunità di e-privacy ha percorso senza mai sfaldarsi.

Il nostro CfP si chiuderà il 20 maggio, e la comunicazione di accettazione ai relatori avverrà entro il 27 maggio.

Il tema

E fu pandemia, e poi fu guerra, e mai mancò chi volle sospendere la privacy, come durante gli attacchi terroristici, come in ogni altra occasione che abbia disturbato la quiete pubblica.

Non solo; anche le pubbliche amministrazioni hanno "beneficiato" di un decreto per cui non sono più vincolate a trattare dati solo in forza di una norma stringente, ma sono libere di trattare i dati personali, purché il trattamento avvenga per "dimostrata pubblica utilità".

Va bene allora: sospendiamo la privacy! Ma quando? Quando è giustificato il venire meno quello che è un diritto già alquanto instabile e malamente riconosciuto anche in tempo di pace e di salute.

La privacy non ci ha mai definito come corpo sociale. Questa "privacy per tutti ", sempre sul punto di essere resa opzionale, per eccezioni che diventano normalità.

Si può dire: avete vinto! Cediamo subito le armi che ci avete fin qui concesso senza mai molta convinzione. Ma diteci almeno quando accadrà, quando il popolo, come lo schiavo (e la donna) dell'antica Grecia e di Roma, non avranno più questo loro diritto, troppo facilmente alienabile e troppo spesso alienato.

Mentre si stava facendo strada una nuova sensibilità verso il furto dei nostri profili online, che fino ad oggi i poteri pubblici hanno permesso ai grandi della rete, oggi questi stessi poteri, di fronte a "normali emergenze", hanno avocato a sé ogni potere.

Il pendolo della libertà marcia ora all'indietro, diretto verso il polo dello strapotere pubblico.

Sono miserevolmente finiti i tempi di pace e di sicurezza, dati per acquisiti da un patetico ottimismo individualista, che solo qualche anno fa imperava. La Storia, di cui eminenti commentatori avevano garantito la fine, si è ripresa la scena di un mondo che si vorrebbe meccanismo scientifico, ed invece è solo e sempre un groviglio di ragioni politiche, prevalenti rispetto alla civiltà e alla conoscenza.

Ci arrendiamo. Sì: molliamo. Rinunciamo alla privacy, per ottenere così almeno la sicurezza.

Sappiamo che non per mano del potere di oggi otterremo la privacy. Quando allora?

Il ruolo del Progetto Winston Smith, e di tutti gli amici che vorranno con noi partecipare al ventennale di questo indomito convegno, è di ricordare al potere il senso della sua esistenza al servizio dei cittadini. A questo abbiamo dedicato venti anni e trenta edizioni passate, e, se riusciremo, dedicheremo tutte quelle future.

Dopotutto, se siamo durati vent'anni, potremmo durarne almeno altri venti. ..

Il convegno

Sin dal 2002 ad e-privacy si sono confrontate le tematiche di un mondo sempre più digitale ed interconnesso, nel quale le possibilità di comunicazione ed accesso alla conoscenza crescono continuamente, come pure crescono le possibilità di tecnocontrollo degli individui sin nei più intimi dettagli. L'approccio è interdisciplinare; dagli specialisti in informatica ai legali che si occupano di nuove tecnologie, dagli psicologi agli educatori, dagli operatori privati a quanti operano nel settore pubblico ed istituzionale.

Le proposte d'intervento

Il comitato organizzatore valuterà proposte in ambito tecnologico, legale, istituzionale e giurisprudenziale, delle scienze sociali, della filosofia, dell'informatica e dell'attivismo digitale, della privacy, della non-discriminazione, della sorveglianza e dei diritti civili digitali. Verranno prese in considerazione anche proposte su temi diversi da quello dell'edizione, purché di interesse e di attualità.

Le proposte dovranno contenere:

  • Nome del relatore
  • Eventuale associazione rappresentata
  • Indirizzo di posta di riferimento
  • Email e Recapito telefonico
  • Titolo dell'intervento
  • Durata prevista dell'intervento e dell'eventuale Q&A (15' o 30')
  • Outline dell'intervento (circa 200-300 battute)
  • Necessità di sussidi particolari oltre la videoproiezione
  • Abstract con riferimenti (min 500 max 1500 battute)
  • se disponibile alla pubblicazione del materiale sotto licenza libera
  • se disponibile alla pubblicazione di registrazioni audio
  • se disponibile alla pubblicazione di registrazioni video

Le proposte dovranno essere presentate utilizzando il form disponibile in questa pagina, e dovranno pervenire al comitato scientifico entro il termine ultimo del 20 maggio 2022

L'accettazione o meno delle proposte sarà comunicata entro il 27 maggio 2022.

Gli elaborati, slide o relazioni dell'intervento dovranno pervenire in forma elettronica sul form online in seguito comunicato ai relatori. entro il 1 giugno 2022.

Di seguito un elenco - non esaustivo - di argomenti pertinenti:

  • Cancel Culture e etica del discorso pubblico
  • Servizi digitali di Stato, informatizzazione obbligatoria, processo telematico, giustizia algoritmica.
  • Diritto alla Conoscenza e democrazie avanzate
  • Diritti civili e politici dell'individuo: libertà di espressione, riservatezza ed anonimato;
  • Profilazione, geotagging, biometria, riconoscimento facciale
  • Tecnologie della liberazione per l'arricchimento della privacy, crittografia e comunicazione sicura.
  • Impatto delle tecnologie di controllo e dell'anonimato sui diritti dei lavoratori e degli studenti.
  • Evoluzione dei mercati di dati personali: data retention, analisi big-data, circolazione e rivendita
  • Dati personali in rete: captatori, intercettazioni lecite e illecite, anonimizzazione, ciclo di vita dei dati raccolti a fini d'investigazione criminale o di sorveglianza di polizia.

Gli interventi

Gli interventi saranno effettuati dal vivo oppure in videoconferenza e, con il consenso dei relatori, registrati in audio ed in video.

I relatori potranno utilizzare documenti, slide o filmati; è apprezzata la disponibilità del relatore a concedere la pubblicazione del materiale e delle riprese dell'intervento sotto licenza libera.

L'Organizzazione

Al fine di mantenere la propria indipendenza, il convegno è, come sempre, a budget zero. I relatori ed i partecipanti dovranno provvedere in proprio alle spese. Eventuali sponsorizzazioni di ditte, enti, gruppi o associazioni hanno carattere non economico e sono intese come adesione morale ai temi ed ai principi.

Gli organizzatori

La manifestazione e' organizzata da:

e da altre organizzazioni, aziende ed associazioni.

Contatti

Per contatti generali e per la stampa: eprivacy@winstonsmith.org, per contatti con i relatori cfp-eprivacy@winstonsmith.org.

Maggiori informazioni sul sito del Convegno http://e-privacy.winstonsmith.org.

Vi aspettiamo.

Organizzato da

In collaborazione con

Supporter

Media Partner